martedì 21 aprile 2015

Come l’immigrazione finanzia l’ISIS



Una delle principali fonti di finanziamento delle milizie dello Stato Islamico risiede nel traffico di esseri umani, che comprende quelle persone disperate costrette a fuggire dalle proprie terre in cerca di una nuova vita.
Da quando l’ISIS ha raggiunto il Nord Africa, in particolare la Libia, è infatti entra anche nel business del traffico di immigrati, stringendo rapporti di collaborazione con la mafia locale, da tempo specializzata nel trasferimento illegale di migranti attraverso le zone desertiche del Sahara, non controllate dalle forze di polizia, dai Paesi del Corno d’Africa fino ai territori che si affacciano sul Mediterraneo. I terroristi concedono l’utilizzo del territorio, compresa la sosta dei migranti in quella fascia di costa sotto il loro controllo in cambio di una parte dei soldi richiesti per la traversata. Se si considera l’elevato numero dei profughi imbarcati ogni volta sui famigerati barconi è facile comprendere il cospicuo giro d’affari di milioni di dollari.
Va inoltre considerato che, dietro a questi profughi, secondo fonti libiche, solo nell’ultimo anno sono stati almeno 300 i terroristi, nascosti tra i profughi, sbarcati nel nostro Paese. Gli scafisti, dunque, sono sarebbero solo l’ultimo anello della catena che gestisce questo macabro business dell’immigrazione selvaggia diretta in Europa. 


lunedì 20 aprile 2015

L’ultimo saluto a Elio Toaff

Centinaia di persone hanno reso omaggio questa mattina alla Sinagoga di Roma al feretro del Rabbino Capo Emerito Elio Toaff, morto domenica. Tra i presenti il Rabbino Capo Riccardo Di Segni, Riccardo Pacifici, presidente della Comunità Ebraica di Roma, il presidente dell'Ucei Renzo Gattegna, il sindaco di Roma Ignazio Marino. Tra i politici “storici” ha reso omaggio al feretro anche il leader radicale Marco Pannella.
Un messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella è stato letto durante la cerimonia. Con l’occasione il Capo dello Stato italiano ha proposto di intitolare una via della Capitale a Toaff, definendolo «un grande italiano». I funerali si sono svolti nel pomeriggio a Livorno, città natale della guida spirituale ebraica

Il popolo di Cuba non vuole cambiare: vince ancora la rivoluzione

Il popolo di Cuba non vuole cambiare e lo ha dimostrato nelle ultime elezioni municipali in cui per la prima volta tra i candidati si presentavano alcuni dissidenti piuttosto noti. Il primo germe di opposizione legale a Cuba è stato sconfitto dagli elettori in tutti i municipi in cui si è votato. Alle urne anche il lider maximo Fidel Castro.

Renzi commenta la strage nel Mediterraneo

«Nel mar Mediterraneo, quotidianamente, tutti i giorni, assistiamo a una strage, come assistiamo al dolore di tante donne e uomini di cui facciamo finta di dimenticarci», commenta il Presidente del Consiglio Renzi in occasione Conferenza stampa sulla vicenda del naufragio di fronte alle coste della Libia. Si parla di settecento persone; notizie che infiammano ulteriormente il dibattito politico, con il centro-destra e la Lega che spingono per un blocco navale davanti alla costa libica e il centro-sinistra che discute piuttosto dei parametri dell’accoglienza.